Scrivere il background

La creazione di un background potrebbe di primo acchito sembrare superflua perché sottolinea dettagli del personaggio che tecnicamente non interessa sapere a nessuno al di fuori della campagna in se. Non interessa solitamente a nessuno che un personaggio sia cresciuto in campagna in mezzo agli animali e spesso se anche interessasse è difficile che questi dettagli siano condivisi effettivamente dal personaggio (specialmente tra quei giocatori che non apprezzano la piega meta-teatrale che certi gruppi assumono) quindi “conoscerli” potrebbe sfociare nel metagioco, nell’interpretazione da parte del personaggio di informazioni che possiede esclusivamente il suo giocatore e non lui stesso (si, l’idea è che il personaggio sia qualcosa di vivo in qualche modo).

In questo caso parliamo di background non solo per riferirci alla biografia del personaggio, ma anche all’insieme dei suoi modi di vedere il mondo, di comportarsi in vari tipi di situazioni e di relazionarsi con gli altri.

Non giocare con gli sconosciuti

Il reale motivo per cui si fa un background è conoscere il proprio personaggio. Se conosci il tuo personaggio approfonditamente farai scelte di gioco originali e aumenterai l’esperienza di gioco degli altri. Se, al contrario, il tuo personaggio è a malapena un’idea è più probabile che tu ricicli costantemente quell’idea fino a renderla banale, se un personaggio diventa banale allora il giocatore o non si diverte o non fa divertire.

Un personaggio con background ha dettagli aggiuntivi che spingono il giocatore ed il gruppo a creare e sperimentare situazioni. Alternativamente, un personaggio privo di background è sottoposto alle scelte a bandieruola del suo giocatore e l’imprevedibilità di questa situazione non favorisce il master e non favorisce l’interazione con il party (l’insieme di personaggi) perché dovrebbe essere proprio il background a spingerti a fare una scelta coerente.

Partire da zero è difficile

Sul concetto di fare un bel personaggio innanzitutto vi rimando ad un articolo di due anni fa, scritto da Victor, admin di Lokee.

Leggete innanzitutto questo per capire cosa non fare, quali sono gli errori comuni.
A questo punto dovreste iniziare a creare il background. Come fare? La regola generale vorrebbe che rispondiate ad alcune semplici domande prese dal corso di giornalismo per cercopitechi:

  • Who? (Chi?)
  • When? (Quando?)
  • What? (Cosa?)
  • Why? (Perché?)
  • How? (Come?)

Se sapete rispondere a queste domande allora bene o male le vicende dovrebbero scriversi da sole… Chiaramente per chi è alle prime armi non è così facile racchiudere tutta una vita in 5 domande allora io ve le spalmo un pochino meglio:

  1. Nome del personaggio. “Tutte le cose hanno un nome, conoscere quel nome significa controllarle” (Una nota: inventare un nome è una palla e, spesso, complicato. Cercate dei generatori online per aiutarvi o per trovare l’ispirazione)
  2. Dove e quando è nato. Chi era la sua famiglia, la classe sociale e la cultura lo hanno influenzato?
  3. Come descriveresti in generale infanzia, adolescenza e età adulta fino, all’incirca, alla campagna.
  4. Dove e cosa hai studiato o in cosa ti sei impratichito (se sei un barbaro ignorante si presume che non leggessi libri ma spaccassi legna…)
  5. La tua personalità nel tempo com’era ed è ancora così? Ottimista, pessimista, razionale, impulsivo, religioso, libertino, represso, posato, allegro, triste, etc etc…
  6. Il personaggio vive ancora nel luogo d’origine? Se ne è andato? Non tutti i personaggi si aspettano l’avventura, alcuni ci finiscono per caso. Il BG non deve finire sempre con “e quindi partì per l’avventura.”
  7. Sebbene ci sarà probabilmente allegata un’immagine non è una cattiva idea descrivere l’aspetto del personaggio.
  8. Come suona la voce del personaggio? Ha qualche atteggiamento che lo contraddistingue?
  9. Se consentito o necessario, descrivete vantaggi e svantaggi che assegnate al personaggio. Non cascano dal cielo per arrivare sulla scheda… Da qualche parte nella storia si sono sviluppati.
  10. C’è stato un evento fondamentale nella tua vita che si ha forgiato per quello che sei? (Non vale dire “mi hanno costruito” se sei di razza costrutto e/o forgiato. AhAhAh che bella battuta. Smettila.)
  11. Hai rimpianti, traguardi importanti, paure?
  12. Esiste qualcosa o qualcuno per cui metteresti a rischio la tua stessa vita? C’è qualcosa ideale o qualcuno per cui le tue azioni sarebbero inevitabilmente mosse in una ed una sola direzione?

Ci sono centinaia di domande che potete porre al vostro personaggio. Gdrblog ne ha scelte 100; alcune sono largamente esagerate e inutili ma talvolta scegliendo da questa lista potete trovare qualche idea originale. Se state rispondendo a tutte e 100 le domande allora probabilmente state dilungandovi un po’ troppo!

In generale ricordatevi che il vostro personaggio esiste perché è vissuto una serie di anni e che la campagna è solo un frammento molto breve, sebbene potrebbe essere l’ultimo, della sua esistenza…

Così come i giocatori hanno ricordi, così li ha il personaggio. Ripensate ai vostri momenti importanti della vita e vedete se nel BG avete scritto qualcosa del genere e se volete farlo…
Per qualsiasi richiesta di aiuto, chiedetemi pure. Il mio contatto è noto a tutti.
Igor

Scrivere il background

A Jade Regent with a Jade Salary jazzinghen jazzinghen